lunedì 15 agosto 2011

Diario di bordo - 15 agosto 2011

Giorgio, Pusty e Vasco si alzano alle 0800 e vanno a terra con Francy & Stefano per un caffè; il market è pieno di gente e lo saltiamo.
Sul molo dove abbiamo lasciato il tender un pescatore intanto scuoia una verdesca con pinze da elettricista.
Ritrniamo a bordo e partiamo silenziosamente per non svegliare i padroni; seguiamo Akis e passiamo tra Iz e Knezak.
Issiamo il gennaker per quasi un'ora, poi il vento cala e riapriamo il motore.
Ci fermiamo a Dugi Otok alla tana dei sottomarini; Vasco tiene la barca e scendiamo con il tender.
La grotta è interessante, decisamente ben riparata.
Ripartiamo navigando a vela; pranziamo con tonno e bobici (Giorgio/Vasco/Pusty), mentre Nicola e Giulia mangiano delle costosissime insalate già pronte, solitamente riservate per le emergenze.
A Sakarun Giorgio cambia la guarnizione della girante con la supervisione dell'ingegnere meccanico Stefano, ma senza risolvere: probabilmente perde dall'O-ring dell'asse.
Facciamo il bagno, quindi paghiamo l'esattore 165 kune anche se siamo all'ancora.
Francy prepara una crema pasticciera, ed intanto Nicola e Giulia vanno a terra al bar trendy.
Inziamo a fare una pasta con le vongole su richiesta di Giulia che voleva mangiare pesce, ma il gas finisce: l'acqua viene portata a bollire su Akis, ed il sugo procede con un fornelletto a gas di Akis che finisce poco dopo... poco male, è comunque buona.
La rete internet è ottima (3G), e mentre Giorgio/Nicola lavorano al pc, gli altri finiscono di vedere "Austin Powers".

Posta un commento