domenica 30 novembre 2008

Tortilla(s?)

Tornando da Milano, il nostro capo dalla moglie spagnola ci ha spiegato come fare le Tortilla (non so se ci sta la "s"...). Come dovrebbero presentarsi lo si scopre cercando rapidamente con google; ecco come ho interpretato le spiegazioni spano-pisane.

Si inizia pelando ed affettando un discreto numero di patate (qui ne vedete due, ma ne ho usate quattro di medie dimensioni):
Le patate vanno poi fritte e schiacciate durante la frittura (il motivo è un mistero):
Nel frattempo bisogna far imbiondire tanta cipolla con un po' d'olio:
Ed ecco le patate fritte (vanno schiacciate anche a fine cottura, per togliere quanto più olio possibile):

Il tutto va poi amalgamato assieme alle uova, leggermente sbattute (qui ce ne sono quattro):
Il tutto va poi messo in padella a cuocere. La cosa difficile è girare la frittata senza romperla; io mi sono ingegnato usando il paraschizzi, coperto da alluminio (l'avevo usato come coperchio):
Ed ecco la tortilla girata alla perfezione (quasi, una minima parte mi è sfuggita):
Occhio! Girare una frittata può far male...

Direi che è venuta abbastanza bene; il risultato è ottimo e lo consiglio a tutti!

Posta un commento