venerdì 29 maggio 2009

Crepes "a la George"

Su richiesta di Paolo...


Ingredienti: per ogni uovo servono
  • un cucchiaio di zucchero
  • due cucchiai di farina
  • latte (ad occhio)
  • un pizzico di sale
  • aromi (rum, ecc)
La dose dell'altra sera era fatta con due uova; servirà del burro (pochissimo).

Montare le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale, quindi agglomerare farina e latte fino ad avere una crema omogenea di un bel colore giallo; purtroppo non dispongo di un densimetro, solo l'esperienza può aiutare. Direi che la densità giusta è simile a quella dell'olio...

Scaldare una briciola di burro nella padella che userete per le crepes, la temperatura deve essere abbastanza elevata. Fate cadere in centro alla padella l'impasto e distribuitelo sulla padella inclinandola (va fatto rapidamente!). Dopo qualche secondo potete girare la crepe, e dopo POCHISSIMO toglierla dalla padella.

Se la pasta è troppo diluita (=troppo latte), allora si formeranno dei buchini o tenderà ad attaccarsi; se è troppo densa (=poco latte), allora l'impasto non si muoverà rapidamente nella padella ed otterrete una crepes di qualche centimetro.

Il burro non va rimesso ogni volta, direi circa una volta ogni tre crepes.

Una volta fatte le crepe, spalmate una marmellata di agrumi su metà crepes, quindi chiudete la metà senza marmellata sopra all'altra e piegate nuovamente a metà - la forma finale è nota al mondo intero.

Bene, ora siete pronti per saltarle nel Grand Marnier.
Mettete in una padella ampia:
  • zucchero
  • Grand Marnier
  • succo di arancia
  • (un po' d'acqua)
e scaldate il tutto. Quando lo zucchero inizia a caramellare (=bolle scure in superficie) mettete in padella le crepes per qualche istante, quindi toglietele e disponetele sul piatto di portata; in teoria, potete mettere più crepes alla volta.

Alla fine sono ottime se servite calde, con affianco una pallina di gelato.

Domande?

Ah, una curiosità: a Trieste le chiamiamo "omelette", pronunciato da molti "omblet".
E sì, lo so - sono praticamente Crepes Suzettes - ma senza la fiammata.

Posta un commento